La marcatura CE di misuratori e sensori per lo sport professionistico

La crescita esponenziale delle tecnologie relate ai sensori per lo sport apre nuove frontiere nello studio dell’attività sportiva professionistica. Da questo tipo di device si possono ottenere numerosi vantaggi come l’aumento dell’efficacia del gesto atletico, la capacità di misurazione dei risultati, la possibilità di prevedere problematiche e infortuni e in generale di estrarre rapidamente informazioni importanti sulle prestazioni sportive.

Elemento cardine di questo cambio di prospettiva nel settore sportivo – come in molti altri – sono i Micro-Electro-Mechanical Systems, o MEMS, una tecnologia che nella sua forma più generale può essere definita come una serie di elementi meccanici ed elettromeccanici miniaturizzati.

L’uso di sistemi microelettromeccanici permette il monitoraggio in tempo reale di fenomeni meccanici, termici, biologici, chimici, ottici e magnetici e l’estrapolazione di dati descrittivi sul carico di allenamento o sulla qualità del movimento in molti contesti.

I sistemi microelettromeccanici

I sistemi microelettromeccanici possono presentarsi come strutture relativamente semplici, prive di elementi mobili, fino ad arrivare a sistemi complessi con più elementi mobili sotto il controllo della microelettronica integrata.

Nel panorama degli elementi funzionali dei sistemi microelettromeccanici hanno un posto di rilievo i microsensori e i microattuatori, ovvero trasduttori preposti a convertire l’energia da una forma all’altra.

Lo sviluppo di device sempre più intelligenti è garantito dal fatto che microsensori, microattuatori, microelettronica e altre tecnologie possano essere integrati in un singolo chip. I sensori preposti alla raccolta di informazioni operano in sinergia con l’elettronica che elabora le informazioni stesse e dirige gli attuatori a rispondere, raggiungendo l’obiettivo preposto.

La tecnologia MEMS è estremamente diversificata e fertile, sia nelle aree di applicazione previste, sia nel modo in cui i dispositivi sono progettati e realizzati. La loro fabbricazione in lotti – utilizzata nell’industria dei circuiti integrati – inoltre, può tradursi in bassi costi di produzione per dispositivo.

Sensori e misuratori smart per lo sport professionistico

Ad oggi, nel mondo dello sport professionistico, sono presenti sul mercato sensori e misuratori estremamente sofisticati. Alcuni di questi integrano accelerometri, magnetometri e giroscopi. Gli accelerometri restituiscono la misura dell’accelerazione lineare; i giroscopi la velocità angolare, mentre i magnetometri sono preposti a indicare la direzione del nord magnetico terrestre.

In alcune realtà sportive, inoltre, sono diffuse delle strumentazioni in grado di restituire complesse misurazioni grazie all’integrazione in moduli di sensori inerziali fino a nove assi. Si tratta di accelerometri che integrano giroscopi con altimetri, sensori acustici e, ad esempio, magnetometri. In questo scenario la microelettronica supporta l’elaborazione dei dati, algoritmi di data-fusion e il machine learning.

In relazione alla tipologia di gesto atletico da misurare e definire si può optare per tecnologie strutturate in modo diverso. Per esempio, l’accelerazione di un nuotatore sarà misurabile grazie a un accelerometro mono-assiale, mentre il gesto atletico di un calciatore sarà individuato da un sensore triassiale in grado di operare in tridimensionalità.

Oltre a questo tipo di prospettiva tecnologica, che si traduce – in buona parte – in vari tipi di dispositivi di misurazione da installare a bordo campo o sul corpo dell’atleta, nel mondo dello sport si assiste a una crescente attenzione verso l’analisi predittiva dell’infortunio e dunque verso la sicurezza degli atleti. Migliorare le prestazioni degli atleti e preservarne l’integrità fisica è, ad oggi, il compito di ginocchiere, caschi, dispositivi a bracciale smart con sensoristica miniaturizzata integrata. Grazie alla correzione dei movimenti supportata da analisi quantitative e da notifiche in tempo reale, questo ventaglio di device può offrire un’esperienza sportiva sicura in base alle caratteristiche fisiche e psicofisiche dell’atleta.

Commercializzare misuratori e sensori per lo sport

L’ottenimento della marcatura CE per device connessi alla sensoristica e alla misurazione delle performance sportive si basa sulla verifica della conformità ai requisti stabiliti dalle direttive europee applicabili, tra cui la Direttiva 2014/30/UE sulla Compatibilità Elettromagnetica, la Direttiva 2014/35/UE (Direttiva Bassa Tensione), la normativa 2002/95/CE (Direttiva RoHS) e la Direttiva 2014/53/UE (RED) sulle apparecchiature radio.

Per accertare la conformità dei dispositivi e ottenere la marcatura CE è necessaria la verifica dei prodotti mediante l’applicazione di norme armonizzate, la redazione di un fascicolo tecnico che raccolga tutta la documentazione connessa alle verifiche sul prodotto, e della Dichiarazione di Conformità UE che indichi la legittimità del prodotto rispetto ai requisiti di legge.

L’iter di verifica di conformità di questo tipo di prodotti è relato alla figura del fabbricante, ma coinvolge a più livelli le figure di importatore e distributore. Questi attori del processo di commercializzazione, infatti, sono coinvolti in termini di controllo del mantenimento della conformità, della conservazione dei documenti e della segnalazione alle Autorità di possibili malfunzionamenti.

Per chiedere ulteriori informazioni su questo argomento, scrivere a info@sicomtesting.com
o chiamare il numero +39 0481 778931.

Articoli correlati

Domande e commenti

Se avete domande o commenti
Sicom Testing sarà felice di rispondervi.