Mercato USA e la certificazione FCC

Mercato USA e la certificazione FCC

Per lanciare i propri prodotti sui mercati internazionali, le aziende hanno diversi passi da compiere.
Uno di quasti è l’obbligo di certificare che i prodotti da immettere sul mercato rispettino i requisiti tecnici stabiliti dalle normative nazionali.

Nel settore dell’elettronica e delle telecomunicazioni una delle mete più ambite da produttori, importatori e distributori è il mercato statunitense.
Così come avviene in altri paesi, la vendita di prodotti è regolamentata da organismi certificatori e normativi.
Negli Stati Uniti la FCC autorizza la commercializzazione di apparecchiature elettroniche e di telecomunicazione solo se queste soddisfano tutti i criteri di conformità agli standard vigenti.
I prodotti che superano le procedure di verifica e di approvazione, ottengono la certificazione FCC e possono essere introdotti sul mercato.

FCC: norme per apparecchiature elettroniche e di telecomunicazione

Negli Stati Uniti, la Federal Communications Commission (FCC) è l’organismo competente che definisce le norme e gli standard tecnici riguardanti i diversi tipi di apparecchiature elettroniche, tra cui dispositivi a radiofrequenza, terminali di telecomunicazione e apparecchiature industriali, scientifiche e medicali.

Tutte le regolamentazioni specifiche, a cui fanno riferimento questi ed altri dispositivi, sono contenute nelle diverse Parti che compongono il Titolo 47 del Codice dei Regolamenti Federali degli Stati Uniti (Code of Federal Regulations).
La normativa FCC stabilisce, per esempio, i limiti massimi di SAR (Tasso di Assorbimento Specifico) per l’esposizione umana ai campi elettromagnetici.
Nella Parte 15 regolamenta il quantitativo limite di interferenze elettromagnetiche emesse da emettitori intenzionali, apparecchi radio che trasmettono senza aver bisogno di licenza, ed emettitori non intenzionali, apparecchi elettrici che contengono al loro interno un circuito digitale e che funzioni ad una frequenza superiore a 9kHz.
Le norme riguardanti telefonia cellulare, telefonia satellitare e trasmettitori radio sono disponibili in diversi punti delle altre parti che costituiscono i regolamenti.

Come ottenere la Certificazione FCC?

La FCC prevede tre diverse procedure di autorizzazione: Verifica, Dichiarazione di conformità e Certificazione.
A seconda dei prodotti e delle procedure, l’approvazione per il rilascio della certificazione FCC sono di competenza della Federal Communications Commission o di un ente certificatore per le telecomunicazioni Telecommunications Certification Body (TCB).
I TCB sono enti autorizzati a verificare che il prodotto abbia i requisiti per ricevere l’approvazione.
Nella pratica, le apparecchiature elettroniche che richiedano la certificazione FCC, prima devono essere testate in laboratori di prova.
I test report e la documentazione tecnica del dispositivo dovranno essere esaminati da un ente TCB, che si occuperà di valutare i risultati delle prove.
Se l’ente riterrà il prodotto conforme, avvierà le procedure amministrative necessarie all’approvazione della certificazione.

Se un produttore di apparecchiature elettroniche volesse estendere il proprio mercato agli Stati Uniti, dovrebbe ottenere la certificazione FCC.

Sicom Testing, in collaborazione con un importante ente certificatore ed altri laboratori specializzati suoi partner, offre ai suoi clienti un servizio completo di consulenza sulle procedure di certificazione, esegue tutti i test e prepara la documentazione per la certificazione di diversi tipi di prodotti elettronici e per telecomunicazioni.

Sicom Testing offre un servizio completo per la certificazione FCC dei prodotti.

Per chiedere ulteriori informazioni su questo argomento, scrivere a info@sicomtesting.com
o chiamare il numero +39 0481 778931.

Articoli correlati

Modem-router Fuhrerstand Progettazione-ecocompatibile

18 commenti su “Mercato USA e la certificazione FCC”

  1. Buongiorno,
    vorrei avere alcune informazioni riguardo la normativa FCC; procedure di certificazione, esecuzione di tutte le prove e preparazione della documentazione per la certificazione di diversi tipi di prodotti elettronici.
    Grazie.
    Un saluto

  2. Buongiorno, come posso verificare l’autenticità della certificazione FCC? L’importazione e l’azienda mi dice che ha certificato FCC.

    • Buongiorno Roxana,
      l’autenticità della certificazione FCC dipende dal tipo di prodotto certificato. Per verificare la conformità dei prodotti, la regolamentazione FCC stabilisce percorsi differenti a seconda del tipo di prodotto da certificare (radio, elettronico, ecc). Se ha bisogno di ulteriori informazioni sulla certificazione FCC dei vostri prodotti, può contattarci qui https://www.sicomtesting.com/es/richiesta-di-preventivo/
      Cordiali Saluti
      Staff Sicom

  3. Buon pomeriggio vorrei sapere se si me.podrian lavorare con lo standard di una nota di telefono marca Lenovo k8, perché presumibilmente non ha FCC sarebbe per me un grande aiuto è dato che qui in Colombia questi temi sono molto noiosi

  4. Buongiorno,
    in generale, per quanto riguarda la EMC, la FCC è meno restrittiva della marcatura CE?
    Ed è possibile che un prodotto che ha superato i test per la marcatura CE fallisca le prove FCC?

    • Buongiorno,
      grazie per averci contattato.
      Anche se le normative FCC e CE relative alla compatibilità elettromagnetica sono diverse, non ce n’è una più stringente dell’altra.
      Un prodotto collaudato e ritenuto idoneo per la parte CE, va comunque sottoposto alle prove previste per FCC perché le prove possono differire.
      Cordiali Saluti
      Staff Sicom

  5. Buongiorno,

    abbiamo collegato una chiave 3G a uno dei nostri prodotti. Avremmo bisogno di ricevere informazioni sulla validità della certificazione radio della chiave. È ancora valida dopo essere stata installata in un dispositivo programmabile? O dovrebbe essere di nuovo certificata RED, FCC e IC?

    Grazie

    • Buongiorno,
      grazie per averci contattato.
      Nel caso di un’apparecchiatura che contiene un prodotto radio già certificato, abbiamo i seguenti scenari:
      – per FCC e Canada vengono riportati all’esterno dell’apparecchiatura i dati del prodotto radio certificato contenuto all’interno
      – nel caso della marcatura CE, si ripetono tutte le prove radio
      Per ulteriori informazioni, potete scriverci all’indirizzo info@sicomtesting.com
      Cordiali Saluti
      Staff Sicom

    • Buongiorno Paolo,
      l’aver superato le prove FCC, non permette di applicare la marcatura CE, nè di porre il prodotto sul mercato europeo. Si tratta di due procedure differenti che prevedono l’esecuzione di prove diverse, anche se in alcuni casi qualche prova può coincidere o essere molto simile.

      Oltre all’esecuzione delle prove su un campione rappresentativo del prodotto, bisogna garantire che tutti i pezzi prodotti siano conformi a quel campione. Bisogna conservare opportunamente le documentazioni a disposizione delle autorità di controllo del mercato. Vi sono regole e tasse per lo smaltimento dei rifiuti elettronici. Bisogna assicurare che i diitti dei consumatori siano rispettati. Alcuni prodotti devono essere registrati prima di essere immessi sul mercato.

      Tutte queste procedure esistono con le loro varianti sia in Europa che negli Stati Uniti, ma vanno seguite secondo le regole locali e presso gli uffici di competenza locali.
      Cordiali Saluti
      Staff Sicom

  6. Un nostro cliente usa dei droni comprati online, con marcatura FCC e targa riportante ad esempio la sigla CE890 oppure CE1313, ma non hanno Manuale in italiano, marcatura CE classica, dichiarazione di conformità CE e non riportano dati su rischi per gli utenti, ecc. Sono considerabili fuorilegge in Italia? possono essere usati da lavoratori senza incappare in sanzioni relative alla sicurezza sul lavoro?

    • La marcatura CE col numero dell’organismo notificato fa pensare alla precedente direttiva R&TTE ormai superata.
      La mancanza della dichiarazione di conformità e del manuale in italiano sono delle irregolarità.
      Il prodotto, sulla base di queste informazioni, è fuorilegge in Italia e in Europa.
      Per quanto riguarda la sicurezza del lavoro, questo tipo di prodotto deve essere correttamente certificato per il mercato europeo, quindi anche italiano.
      In aggiunta a questo, se il prodotto presenta dei rischi, questi vanno considerati nel documento aziendale di valutazione dei rischi.

  7. Salve,
    Sarei interessato a capire quando ê necessario eseguire nuovamente la certificazione di un prodotto.
    Durante la produzione, potrebbe essere necessario sostituire determinati componenti per svariati motivi, quali EOL o ottimizzazione prodoto. Quali sono le condizioni che garantiscono l’idoneitá del prodotto e la non necessarietá dell’esecuzione di nuovi test?

    Grazie

    • Buongiorno
      Il produttore (e in alternativa un suo mandatario o l’importatore nei casi previsti) è responsabile della conformità di tutti i pezzi prodotti messi sul mercato. E’ normale che nella vita di un prodotto alcuni componenti vengano sostituiti. Per ogni cambiamento bisogna valutare se questo può avere implicazione sui requisiti normativi.
      Il cambiamento di un componente passivo con uno avente le stesse caratteristiche di un fornitore diverso è considerata normalmente una modifica sicura se questo non avviene in circuiti particolarmente delicati.
      Il cambiamento di un componente critico per la sicurezza, come ad esempio un fusibile o uno scaricatore richiedono normalmente un parziale ricollaudo.
      Quando si parla di componenti alla fine della loro vita (EOL), vengono in mente componenti che svolgono funzioni complesse e per i quali avviene un evoluzione tale da imporre un avvicendamento di modelli o versioni. Sono ad esempio componenti con funzioni radio, oppure processori o memorie. Quando vengono cambiati questi componenti è opportuno un parziale ricollaudo.
      I cambiamenti di layout dei circuiti stampati richiedono sempre la ripetizione delle prove di compatibilità elettromagnetica.
      Serve quindi una persona competente per valutare il possibile impatto di ogni modifica.
      Per la determinazione del gruppo di test da ripetere ci si può affidare a un laboratorio di prova.
      Cordiali saluti
      Staff Sicom Testing

Domande e commenti

Se avete domande o commenti
Sicom Testing sarà felice di rispondervi.