Esposizione umana e prove di SAR

Prove di “Specific Absorption Rate” per dispositivi utilizzati nelle vicinanze dell’orecchio e del corpo e altre verifiche di esposizione umana alla radiazione elettromagnetica (EM).

Le verifiche di esposizione umana ai campi elettromagnetici fanno parte dei collaudi di sicurezza e rivestono una particolare importanza, poiché sono legate alla tutela della salute delle persone e degli animali domestici. Questi aspetti di sicurezza hanno ricevuto una sempre maggiore attenzione nell’arco degli ultimi anni, estendendo a tutti i prodotti elettrici ed elettronici i requisiti dei valori limite di esposizione umana.

Oggi, a seguito di numerosi studi sui rischi e gli effetti dell’esposizione ai campi elettromagnetici, queste valutazioni sono richieste per tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche comprese le apparecchiature di illuminazione, presenti anche negli ambienti domestici.

Sicom è unico in Italia per la sua competenza nel campo della valutazione dell’esposizione umana e delle misure di SAR (“Specific Absorption Rate”) sulle apparecchiature, avendo sviluppato un laboratorio apposito con la partecipazione di Area Science Park e della regione Friuli-Venezia Giulia.

Nel mercato delle telecomunicazioni è cresciuta negli ultimi anni la produzione di dispositivi utilizzati nelle immediate vicinanze del corpo umano anche per periodi di tempo prolungati. Al fine di assicurare la protezione degli utilizzatori dei prodotti trasmittenti dall’esposizione ai campi EM sono state approvate in molti Paesi, quali Europa, America, Giappone, Australia e Canada norme armonizzate che limitano i livelli massimi di esposizione.

Tutti i dispositivi portatili utilizzati nelle vicinanze della testa o del corpo per poter essere commercializzati devono essere sottoposti a prove di SAR che dimostrino la loro conformità a tali standard. Il SAR è definito come la quantità di energia EM assorbita dal corpo umano per unità di massa e si misura in W/Kg.

Esistono metodi di valutazione differenti per le apparecchiature usate vicino all’orecchio come i telefoni cellulari, quelle utilizzate vicino al corpo inclusi i pc portatili, e quelle che si trovano su un tavolo o a parete o su pavimento come ad esempio i router WiFi e gli elettrodomestici.

L’International Committee for Non-Ionising Radiation Protection (ICNIRP) ha definito delle linee guida per i limiti di esposizione ai campi elettromagnetici. Queste linee guida vengono generalmente considerate e sono state accettate in molti Paesi; tuttavia alcune nazioni quali gli Stati Uniti e il Canada hanno posto limiti più conservativi.

In Europa la Raccomandazione del Consiglio Europeo 1999/519/EC definisce i limiti per l’esposizione umana ai campi elettromagnetici fino a 300 GHz.

Negli Stati Uniti, i limiti di esposizione umana sono definiti nel codice della regolamentazione federale (CFR) al Titolo 47, Capitolo I, Parte 2, che fissa, tra gli altri, il valore di SAR per apparecchiature trasmittenti portatili a 1,6 W/Kg misurato su 1 grammo di tessuto.

Sicom può offrire prove di SAR per dispositivi utilizzati nelle vicinanze dell’orecchio e del corpo e altre verifiche di esposizione umana alla radiazione elettromagnetica.

Nei laboratori di Sicom le prove possono essere eseguite secondo gli standard europei, statunitensi (FCC) e canadesi. Per queste ultime il laboratorio è stato accettato nella lista dei laboratori riconosciuti da Industry, Science and Economic Development Canada (ISED).

Desiderate un preventivo da Sicom? Il nostro servizio comincia QUI.